vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Classe di Scienze Morali (o di scienze umane)

Origini, storia, attualità. a cura di Massimo Zini.

Nel 1906 il Nobel ricevuto da Giosuè Carducci susciterà un’ondata di entusiasmo senza pari nella città di Bologna e sulla spinta in quell’entusiasmo Giovanni Pascoli e altri intellettuali bolognesi riusciranno a creare la nuova Classe di Scienze Morali che sorgerà ufficialmente solo nel 1907. Tra il 1910 e il 1930 tutti i più importanti umanisti dell’Università di Bologna e molti dei più famosi giuristi entrano a far parte di questa nuova Classe creando delle "collaborazioni interdisciplinari". L’Accademia annovera tra i suoi fondatori Giuseppe Brini noto caposcuola di diritto romano e con lui altri storici del diritto come Emilio Costa e Silvio Perozzi che interagirono con altri soci studiosi della romanità e della letteratura latina.

Nel periodo fascista, in seguito alle dimissioni per protesta contro il regime, del Presidente Giuseppe Brini, l’Accademia incrementerà la sua vocazione per gli studi sulla civiltà romana anche attraverso le pubblicazioni di Goffredo Coppola e Giuseppe Schiassi. Oltre a Coppola e Schiassi anche lo studioso di diritto romano Silvio Perozzi e il glottologo AlfredoTrombetti, saranno ammessi all’Accademia d’Italia.
La grande notorietà dell’Accademia anteguerra finirà per avere una forte visibilità presso il regime che amava celebrare il culto della romanità. Dopo i disastri del periodo bellico l'Accademia delle Scienze riprenderà la sua attività improntando i suoi studi su altre discipline prima trascurate tra le quali la storia, la filosofia, la pedagogia, la statistica, l'economia e i vari rami del diritto.

Oggi la Classe di Scienze Morali vanta diversi settori di eccellenza, è da segnalare fra questi il ciclo della lettura dantesca organizzato dal Presidente della Classe di Scienze Morali Prof. Carlo Galli e dal noto dantista Prof. Emilio Pasquini, questo ciclo di letture è considerato per il valore dei relatori uno dei migliori in assoluto in campo internazionale. Tra le altre attività della Classe di Scienze Morali segnaliamo il ciclo di incontri sulla bioetica a cura della Prof.ssa Carla Faralli, le conferenze di storia medioevale a cura del Prof. Ovidio Capitani e gli incontri sui vari rami del diritto a cura del Prof. Giuseppe de Vergottini.